[Wired] Copyright per i libri in Braille? No, grazie!

Nei giorni scorsi la WIPO, l’Organizzazione Mondiale sulla Proprietà Intellettuale, si è riunita a Marrakesh per approvare un progetto del quale si discuteva da oltre 10 anni: il “Marrakesh treaty to facilitate access to published works for persons who are blind, visually impaired, or otherwise print disabled” (quì trovate il testo completo dei lavori).

In poche parole si è deciso che:

  1. le leggi nazionali sul copyright devono essere modificate per espandere le eccezioni previste per i libri progettati a favore delle persone con problemi visivi (libri in linguaggio Braille, libri con stampa a caratteri grandi, audiolibri per persone non vedenti);
  2. si devono armonizzare le leggi nazionali che disciplinano queste eccezioni, in modo da favorire le collaborazioni tra Stati.

continua a leggere su wired.it…

Leave a Reply