[Update] L’inganno della protezione acquirenti di Paypal

1 Novembre, 2012 by Marco Giacomello in News

Puntuale come non mai arriva la decisione di PayPal sul mio reclamo (a questo link – per chi non l’avesse già letta – tutta la storia della truffa e della successiva assurda argomentazione del servizio assistenza di paypal).

Credo basti riportare la mail che mi hanno inviato stamane. I commenti poi, forse superflui. Notate con attenzione la dicitura: “Dopo ‘attenta’ valutazione…“.

Gentile Marco Giacomello,

PayPal ha concluso l’indagine relativa al tuo reclamo.

Nome del venditore: ANTONIO MARIA BRUNO D’ONOFRIO
Email del venditore: onofranto@gmail.com
ID transazione del venditore: 7DC49307VE814320P

Data della transazione: 15 ott 2012
Importo della transazione: -928,66 EUR
ID della transazione: 42W45591FD053953B
N. di pratica: PP-002-044-064-361

ID transazione dell’acquirente: 42W45591FD053953B

In risposta al tuo reclamo, il venditore ha esibito un documento che
comprova la spedizione dell’oggetto. Il venditore ha fornito prova di spedizione, pertanto non ci è pertanto possibile stornare la transazione o
effettuare un rimborso. Ti suggeriamo di trattare direttamente con il
venditore per giungere a una soluzione amichevole della controversia.

PayPal non tollera le frodi o le attività illegali. Il tuo reclamo è stato
annotato nella documentazione dell’utente PayPal che hai segnalato. Se
scopriremo che questo utente ha violato le nostre regole, procederemo
all’indagine e intraprenderemo le opportune azioni. In tal caso verrai
informato in futuro sullo stato del reclamo.

Affinché le transazioni future procedano senza problemi, visita lo Spazio
sicurezza PayPal, accessibile nella parte superiore di tutte le pagine del
sito. Nella sezione Suggerimenti per la protezione dalle frodi per gli
acquirenti, troverai indicazioni utili su come evitare venditori disonesti.

Cordiali saluti,
PayPal

Come volevasi dimostrare, PayPal se ne lava le mani. Il venditore dimostra di aver spedito un pacco qualunque (tra l’altro amici di PayPal, il truffatore come vi avrebbe dimostrato l’avvenuta spedizione? A me NON lo rendete noto. Io vi ho fornito la distinta di spedizione che, in maniera trasparente ed esplicita, dimostra come il contenuto del pacco fosse diverso da quanto ordinato sul sito internet, anch’esso provato con mail e altri documenti)

Un  sasso vs una macchina? Un foglio vs un televisore?

A PayPal questo basta e avanza!!!

Questa vi sembra serietà, a dispetto di quanto pubblicizzate e assicurate?

Sunto della mail di PayPal: “Il venditore qualcosa ti ha inviato. E’ un foglio al posto di una tv. Arrangiati, non non POSSIAMO (rec. VOGLIAMO) fare indagini. Non rompere“.

E mi torna ancora in mente lo slogan ampiamente pubblicizzato ovunque da PayPal:

La protezione acquirenti Paypal ti protegge ad ogni costo”.

Mi è stato inoltre ribadito come: la ‘Protezione fuori da eBay’ – che una persona normale, in mancanza di specifiche e pubblicizzate limitazioni, può a rigore intendere come per tutti gli acquisti sul web pagati tramite circuito sicuro paypal – si intende SOLO per le transazioni su eBay Annunci e su Kijiji (entrambe società di Ebay, come la stessa Paypal) o su una ipotetica lista di siti autorizzati dalla stessa Paypal, della quale non si trova ancora traccia sul sito.

Oltre al comportamento in assoluta mala fede (a mio avviso) da parte di PayPal nella gestione di questo tipo di reclami per acquisti fatti fuori da eBay, non posso proprio non pensare a quanto ingannevoli siano frasi e slogan:

La protezione acquirenti Paypal ti protegge ad ogni costo”.

Dovrebbe essere ora chiaro a tutti come, la fantomatica ‘Tutela dell’acquirente’ al di fuori degli acquisti fatti su Ebay, NON esiste!!!

Provvederò immediatamente a fare uno specifico esposto per pubblicità ingannevole all’AGCM (Autorità Garante Concorrenza e Mercato). Btw questo il link diretto per le segnalazioni, se volete approfittarne…

Cercherò di dare ampia notizia di questo atteggiamento da parte di PayPal su tutti i miei canali, e vi chiedo di fare altrettanto. I consumatori devono essere informati che NON esiste tutela nei pagamenti tramite PayPal al di fuori di eBay, questo deve essere chiaro a tutti coloro che acquistano in rete. Ho già contattato l’associazione Altroconsumo, e spero che qualche giornalista di testate nazionali riporti la notizia. E’ una cosa gravissima, che deve essere risolta subito!!!

Come e dove segnalare la pubblicità ingannevole di PayPal

37 comments

  1. marco ha detto:

    Quindi questi qua si prendono una percentuale sulla transazione in cambio di cosa? Di un’occhiata ad una ricevuta? chissa’ se accettano anche la ricevuta del totip…

  2. Smart75 ha detto:

    Contatta anche l’ADUC, sono estremamente seri ed esaustivi.

    http://www.aduc.it/

    Link per le segnalazioni: http://www.aduc.it/info/consulenza.php

  3. Lapid ha detto:

    Ecco, era meglio se facevi il pagamento con una classica VISA e poi contestavi l’addebito.
    Invece vanno tanto di moda queste prepagate/paypal che in realtà non offrono protezione ne sono assicurate.

  4. Paolo ha detto:

    Scusa, ma una bella denuncia alla Polizia Postale?! Questo è un furto !

  5. Donato ha detto:

    Scusa Marco, ma a riprova che hai ricevuto un foglio di carta invece di un televisore, non hai anche la lettera di vettura del pacco del corriere?
    Potrebbe aiutarti a dimostrare che non fosse un televisore semplicemente dal peso e dalle dimensioni, che di solito é riportato.

    In ogni caso, sono anni che boicotto paypal, sopratutto da quando un mio amico che ha un negozio online ha subito una truffa simile alla tua da un suo fornitore.

    Facci sapere

  6. Marco Giacomello ha detto:

    @Paolo

    Ciao Paolo e grazie per il commento.

    Denuncia/querela alla polizia postale già fatta!

    Grazie ancora,
    Marco

  7. Marco Giacomello ha detto:

    @Smatt75

    Grazie per il commento. Aduc contattata, vediamo che dicono!

    Marco

  8. Marco Giacomello ha detto:

    @Donato

    Ciao e grazie per il commento..
    Certo, ho tutta la documentazione del corriere che riporta contenuto ‘Doc’ e peso 200 gr, ma a Paypal NON importa. Questo me l’hanno ribadito mille volte..
    Nulla da fare, se ne lavano le mani..

    Grazie,
    Marco

  9. Luca Bonmassar ha detto:

    Ciò mi spinge a pensare che dovremmo tutti usufruire del fantastico servizio offerto di PayPal per piazzare truffe in ogni parte del mondo.

  10. Filippo Ronco ha detto:

    Ciao Marco,

    premetto che hai tutta la mia solidarietà e che paypal dovrebbe trattare queste cose con maggior attenzione dal momento che un post come questo ne mina profondamente la credibilità come brand oltre che come servizio. Però, però ci sono alcuni però che vorrei sollevare giusto per rifletterci insieme.

    Il primo però riguarda il fatto che paypal è un mero meccanismo di trasferimento di denaro e pagamento, se ha una qualche responsabilità nel processo questa è per forza di cose marginale rispetto a chi mette realmente in opera la truffa. Quello che paypal dovrebbe fare immediatamente secondo me è modificare la pubblicità – decisamente ingannevole – che hai indicato ammettendo un proprio “alzo le mani” oltre un certo limite, dequalificando il servizio, certo ma se non altro offrendo un’informazione trasparente e veritiera sui limiti del servizio stesso (in altre parole, paypal è un mezzo splendido ma ha un livello di garanzia sulle possibii frodi molto basso, prendere o lasciare).

    In secondo luogo la stessa tua vicenda accade con una certa frequenza in relazione ai chargeback fraudolenti dove a prenderla nello stoppino in genere è il venditore, non l’acquirente. Pari e patta? No, ma il problema come vedi è sempre lo stesso, l’affidabilità a rischio è tra le parti acquirenti e venditrici non dipende sostanzialmente da paypal che gioca un ruolo tecnico, neutro.

    Infine un consiglio, se non altro per soddisfazione personale. Nell’episodio che hai raccontato ci sono tutti gli estremi per una querela per truffa, non tanto o meglio, non solo alle poste ma alla magistratura ordinaria che farà senz’altro il suo lavoro considerato che hai tutte le prove che ti occorrono in mano. Punterei a mandare dietro le sbarre il tizio, poi costituendoti parte civile, anche a recuperare i soldi. Metti tutto in mano ad un buon avvocato, hai le spalle coperte, hai tutti i documenti, dovresti senza problemi ottenere entrambi i risultati.

    Un caro saluto e massima solidarietà.

    Filippo Ronco

  11. Marco Giacomello ha detto:

    @Filippo Ronco

    Ciao Filippo,

    ti ringrazio per il commento.

    Concordo pienamente sul tuo primo commento.
    La colpa di paypal sta nell’instillare la convinzione che l’acquirente, pagando tramite paypal, sia sempre protetto.
    Sapendo che questo non è vero i truffatori ne approfittano sfruttando l’inganno.

    Sul secondo commento ho già sporto denuncia querela in questura e la polizia postale sta effettuando le indagini.

    Grazie ancora e. aggiorno con le prossime, spero buone, notizie.

    Ciao e buon weekend,
    Marco

  12. me ... ha detto:

    @Filippo Ronco. paypal è un servizio di trasferimento denaro che si mangia il QUATTRO% su una transazione da quasi 1000€, a fronte di una promessa chiara: “se ti truffano, sono affari nostri”.

    Visto che alla prova dei fatti è evidente che la protezione è una fregatura a sua volta, io al posto della vittima sarei incazzatissimo sia con il truffatore che con paypal, che si è intastaco 35€ per fare in sostanza l’equivalente di un bonifico (costo 0 o pochi spiccioli a seconda del conto che avete).
    Aggiungete a tutto questo il fatto che dal punto di vista tecnico paypal è un colabrodo, e capirete come mai è assolutamente sconsigliabile associarci una carta di credito con cui si possano far danni (io uso solo postepay, con caricato lo stretto necessario).
    Giusto per dirne una, lo sapevate che con il meccanismo dei pagamenti ricorrenti paypal permette al venditore di usare la vostra approvazione per inviare soldi a QUALSIASI destinatario? (in due parole, se registrate su un sito il vostro conto paypal e qualcuno buca il sito, è in condizione di fottervi i soldi) e sapevate che è possibile mettere in piedi un sistema di pagamenti tokenizzati ASSOLUTAMENTE insicuro senza che paypal si prenda la briga di gestire qualsivoglia sistema di certificazione?!?

  13. raffaele ha detto:

    A me è andata bene,penso che la mia fortuna sia stata che il venditore non mi abbia spedito nulla.
    Di seguito la mail speditami da paypal.

    Gentile raffaele ,

    Abbiamo concluso l’indagine e la pratica è stata risolta a tuo favore.

    È stato recuperato l’importo di 241,66 EUR, che abbiamo accreditato a tuo
    favore. La rettifica comparirà sul tuo conto tra cinque giorni lavorativi.

    Se il venditore è ancora in debito nei tuoi confronti, faremo di tutto per
    recuperare il denaro dovuto.

    Se il denaro presente sul conto del venditore non è sufficiente a coprire
    il rimborso, ti garantiamo che adotteremo le misure necessarie ai fini
    della restituzione dell’importo dovuto, tra cui la riduzione dei privilegi
    su tale conto.

    ———————————–
    Dettagli transazione
    ———————————–

    Nome del venditore: ANTONIO MARIA BRUNO D’ONOFRIO
    Email del venditore: onofranto@gmail.com
    ID transazione del venditore: 49608145SE516725W

    Data della transazione: 17 ott 2012
    Importo della transazione: -241,66 EUR
    ID della transazione: 5SE234382L0543725
    N. di pratica: PP-002-041-596-704

    ID transazione dell’acquirente: 5SE234382L0543725

    ———————————–
    Come procedere
    ———————————–

    Al momento non sono richiesti ulteriori interventi da parte tua.

    ———————————–
    Altri dettagli
    ———————————–

    Affinché le transazioni future procedano senza problemi, visita lo Spazio
    sicurezza PayPal, accessibile nella parte superiore di tutte le pagine del
    sito. Nella sezione Suggerimenti per la protezione dalle frodi per gli
    acquirenti, troverai indicazioni utili su come evitare venditori disonesti.

    Per maggiori informazioni sul programma Protezione acquirenti, visita il
    sito PayPal e clicca sul link Spazio Sicurezza nella parte inferiore di
    ciascuna pagina.

    Grazie,

    Reparto Servizi di protezione PayPal
    Cordiali saluti,
    PayPal

    ———————————————————————-
    Aiuto:
    https://www.paypal.com/it/cgi-bin/helpweb?cmd=_help
    Spazio Sicurezza:
    https://www.paypal.com/it/security

    Non rispondere a questa email perché la casella di posta elettronica non è
    monitorata. Per contattarci, accedi al tuo conto e clicca Contattaci in
    qualsiasi pagina del sito PayPal.

    Copyright © 2012 PayPal. Tutti i diritti riservati.

    PayPal (Europe) S.à r.l. et Cie, S.C.A.
    Société en Commandite par Actions
    Sede legale: 22-24 Boulevard Royal, L-2449 Lussemburgo
    RCS Lussemburgo B 118 349

  14. Luca P. ha detto:

    Ciao Marco, il vero problema della protezione acquirenti è che Paypal ti rimborsa SOLO ED ESCLUSIVAMENTE se poi è in grado di RECUPERARE L’IMPORTO dal venditore. Fine.

    Fanno schifo.

  15. luzmic ha detto:

    Grazie mille per il post.

    Ti faccio alcune considerazioni generali sul tuo caso. Le butto lì, a livello di brain-storming:

    1. E’ già stato detto e ridetto, ma non mi pare proprio che il venditore abbia esibito un documento che comprova la spedizione dell’oggetto. Infatti nella lettera di vettura che hai ricevuto (che dovrebbe essere la copia esatta di quella rimasta a DHL e di quella consegnata al mittente) nella casella “descrizione completa del contenuto” c’è scritto “documenti” e non “televisore”.

    2. Per ogni buon conto io chiederei a Paypal la copia del documento esibito dal venditore (non te la manderanno mai, ma io la chiederei) e a DHL la loro copia della lettera di vettura (questa magari te la mandano)

    3. La cosa più sinistra è l’art. 13.6 delle condizioni d’uso di Paypal dove c’è scritto “…La decisione finale a favore dell’acquirente o del venditore E’ A COMPLETA DISCREZIONE DI PAYPAL E VIENE PRESA IN BASE A QUALSIASI CRITERIO RITENUTO APPROPRIATO A PAYPAL…”. Mi pare una clausola quanto meno di dubbia validità, ma sta lì nella condizioni d’uso.

    4. E’ alquanto oscuro anche l’esatto contenuto della garanzia Paypal. Quanto uno legge “garanzia” si fa l’idea che se succede qualcosa, Paypal paga. Se leggi invece l’art. 13.6 hai più l’impressione che Paypal agisca quale terzo arbitro/giudice nelle controversie fra venditore e compratore, il che è indirettamente confermato dalla risposta che ha ricevuto raffaele (abbiamo preso i soldi dal conto del venditore e se non bastano cercheremo di convincerLO a dartene altri). Però in una faq Paypal afferma che il rimborso è garantito anche se non ci sono fondi sul conto del venditore ( https://www.paypal.com/helpcenter/main.jsp;jsessionid=t8vgN0vb0WJPD7HMt6JShMd893RL2lFGQMdGjD2hTyvShThSX03T!59728215?t=solutionTab&ft=homeTab&ps=&solutionId=1209236&locale=it_IT&_dyncharset=UTF-8&countrycode=IT&cmd=_help&serverInstance=9006 ). Insomma un gran casino.

    5. E se Paypal era effettivamente tenuta alla garanzia ed è incorsa in inadempimento nei confronti del compratore? Direi che le si può far causa in italia sfruttando il foro esclusivo del consumatore, ma applicando la legge inglese (!!!) (v. art. 14.3). Inoltre le condizioni d’uso prevedono alcune sedi stragiudiziali di risoluzione delle controversie fra Paypal e utenti.

    6. Ci sarebbe da riflettere se l’ingannevolezza del messaggio di Paypal può sfociare nella truffa, qualificandosi come “artificio e raggiro” volto a convincere l’utente a preferire Paypal rispetto a altri metodi di pagamento (ovviamente con utile economico per Paypal). E’ un po’ una battaglia fra Davide e Golia, ma non è detto che abbia ragione Golia.

    7. Vedo che hai già sporto denuncia/querela. Probabilmente chi ha messo in piedi questa truffa ha ben predisposto il “piano di fuga” per quando la cosa sarebbe stata scoperta, ma tentare non nuoce.

    P.S. Anch’io ho subito delle truffe su acquisti online (per fortuna per importi inferiori) e da anni cerco di affinarmi un “protocollo” per minimizzare i rischi. Tu hai fatto praticamente tutto quello che avrei fatto io, ed è andata male lo stesso. Di più si poteva forse guardare su Google Maps cosa c’è ad Ancona in via Pave 57 (un poliambulatorio) ed estrarre online una visura camerale dell’impresa (dovrebbe costare 7/8 euro, oppure si può fare un controllo gratuito, anche se meno completo, sul sito dell’Agenzia delle Entrate http://www1.agenziaentrate.gov.it/servizi/vies/vies.htm?p=&s=IT )

  16. frk ha detto:

    Agghiacciante! Trovo estremamente istruttiva la testimonianza di quanto accaduto e bisogna diffondere queste notizie.
    Vi propongo, come ulteriore esempio della inaffidabilità di PayPal, quanto accaduto a me: http://dpdc.it/viewtopic.php?f=25&t=324

  17. luzmic ha detto:

    Probabilmente dico cose già note, ma (visto che qui si stanno raccogliendo un po’ di informazioni che possono essere utili a tutti) copiaincollo due faq che si trovano sul sito Paypal

    D: Non sono d’accordo con la decisione presa da PayPal sul mio reclamo. Che cosa posso fare?

    R: Se non sei d’accordo con la risoluzione del reclamo e sei in grado di fornire ulteriori informazioni, potrai appellarti entro 10 giorni dalla chiusura del reclamo.

    Ecco come:

    Vai a Il mio conto > Centro risoluzioni >Seleziona Pratiche chiuse nel menu a discesa> Individua la transazione > Invia informazioni per il ricorso > Segui le istruzioni.

    Per maggiori informazioni consulta le Condizioni d’uso. Per farlo basta cliccare su Accordi legali sul fondo di tutte le pagine del nostro sito web.

    D: Posso appellarmi alla decisione presa da PayPal in merito al mio reclamo? [che differenza c’è rispetto alla faq precedente? NdR]

    R: Nel caso in cui un acquirente o un venditore desideri appellarsi alla decisione presa su un reclamo, tale acquirente o venditore dovrà inoltrare il ricorso entro 10 giorni dalla data di completamento dell’indagine e dovrà fornire nuove informazioni. PayPal non garantisce il recupero della somma, anche se il ricorso dell’acquirente o del venditore dovesse avere esito positivo. [eh? e perchè? NdR]

  18. Marco Giacomello ha detto:

    @luzmic

    Grazie delle informazioni.
    Paypal ieri mi ha contattato per dirmi che a breve mi faranno una proposta..perchè ci tengono MOLTOOOO a me come cliente e vogliono che sia comunque soddisfatto!

    Mah, vediamo che propongono e poi ne discutiamo (soprattutto sul perchè lo fanno).

    Grazie,
    Marco

  19. Maurizio ha detto:

    Io ho aperto un’altra segnalazione sul sito dell’AGCOM. Pur non essendo direttamente coinvolto da una vicenda simile, trovo veramente disdicevole il comportamento di PayPal e sto facendo circolare il tuo link. La questione deve avere una risoluzione generale (potrebbe bastare una comunicazione più precisa da parte loro), non basta che si accordino con te perchè hai fatto un po’ di casino. Tienici informati, per favore, e in bocca al lupo.

  20. […] L’inganno della protezione acquirenti di Paypal http://www.marcogiacomello.com/2012/11/01/update-linganno-della-protezione-acquirenti-di-paypal/ "NON esiste tutela nei pagamenti tramite PayPal al di fuori di […]

  21. Giulio ha detto:

    Senti,li conosco meglio delle mie tasche per un motivo che immaginerai, ma che non posso svelare per ovvi motivi.
    Sai cosa devi fare? hai pagato con Carta di Credito o conto Bancario? spero la seconda, così puoi aprire un CHARGEBACK.
    E vedi come ti rimborsa la tua Banca..
    PayPal è sicuro per gli acquirenti solo su eBay, non ti immagini nemmeno le inculate che vengono date ai sellers!!!

  22. […] Con Paypal “acquirenti protetti ad ogni costo” – ne siamo davvero sicuri?; 2) [Update] L’inganno della protezione acquirenti di Paypal; 3) [2° Update #ingannoPayPal] Invio segnalazione all’AGCM; 4) [3° Update] La proposta di […]

  23. Marco Giacomello ha detto:

    @ Maurizio

    Ciao e grazie per il tuo supporto.

    Qui gli ultimi sviluppi della vicenda: http://www.marcogiacomello.com/2012/11/17/la-mia-denuncia-vs-paypal-arriva-sul-corriere-della-sera/

    Grazie ancora,
    Marco

  24. Andrea ha detto:

    Da ora in poi quando ricevo merce di alto costo faccio un video dell’unboxing poi voglio vedere paypal che mi dice 😀

  25. cornuti e bastonati ha detto:

    Grazie per il tuo contributo, se tutti avessero anche solo il 25% della tua precisione, cultura, altruismo e desiderio di giustizia già saremmo in un mondo perfetto.
    La cosa che mi chiedo da anni ed ancora continua a meravigliarmi è la seguente: siccome questi truffatori hanno un nome, un cognome, un’identità, una sede o è comunque facilissimo scoprire chi sono, è mai possibile che tra i tanti loro malcapitati non ci sia qualche criminale peggio di loro, uno bello cattivo cattivo, qualche serial killer, o anche semplicemente qualcuno che, non sentendosi tutelato dalla giustizia lentissima e all’acqua di rose che abbiamo nel nostro ridicolo Paese, decida di non rimanere impassibile a farsi prendere in giro da questi predatori sociali legalizzati e provveda invece a regalargli almeno 4 schiaffi???

  26. aldo ha detto:

    Caro Marco, ho appena avuto una esperienza simile alla tua.
    Ho ordinato tramite Ebay.it una macchina fotografica usata, schiacciando il pulsante “compra subito”. Pay pal garantisce la protezione acquirenti in questo modo. L’oggetto non e’ mai arrivato. Ho fattoil procedimento per ottenere il rimborso seguendo le istruzioni di PayPal alla lettera. Paypal non mi ha rimborsato un centesimo, dandomi una risposta identica a quella che hanno dato a te. Ora capisco che rimborsare il cliente per Paypal/Ebay significa perdere la commissione sulla vendita, per cui preferiscono risolvere le dispute a favore del venditore ai danni del cliente, per cui la protezione acquirenti e’ una presa in giro.
    Mi sono reso conto che ci sono centinaia se non migliaia di casi simili al mio sui blog in rete. Potremmo fare una causa comune per colpire queste organizzazioni. Chiunque fosse stato truffato allo stesso modo da questi sciacalli del network si faccia vivo. Io ho gia’ contattato striscia, vediamo se rispondono.

  27. tinos ha detto:

    Ma questi di paypal sono dei veri criminali!!!

    Dopo aver letto questa e molte altre vicende, provvedo a cancellare subito il mio account su paypal!

    Inoltre, mi ha dato fastidio aver scoperto dopo l’acquisto, che si trattengono il 4% più una commissione aggiuntiva del 2% per acquisti effettuati all’estero (inghilterra).

    Facci sapere come è andata, e a questo punto consiglio a tutti di cancellare l’account paypal e di corsa.

    Ciao

  28. gianluca ha detto:

    Ciao, grazie mille per l’articolo! Volevo avvertirti che probabilmente hanno modificato il regolamento paypal di recente: adesso la norma per la protezione pagamenti per gli oggetti “notevolmente non conformi alla descrizione” è un pò più chiara, e mi riferisco in particolare al paragrafo 13.3.a.17 dove (adesso) specifica chiaramente che al di fuori di ebay annunci e kijiji ti possono inviare anche una scatola vuota, sempre che possano dimostrare l’avvenuta spedizione.

  29. Cristina ha detto:

    Signori, perchè signori siete, non ho parole. Ho subito tante pagliacciate e ci si sono messi anche loro di mezzo ovviamente. Vi dico che, venendo da un importante lavoro amministrativo, si puo’ essere più che corretti. Purtroppo è successo anche a me. Mi sono mossa facendo presente la cosa ad Ebay. Ebay che funzione ha, altrimenti? Se hai una magagna te la devono risolvere loro. Tu ti sei rivolta a loro in primis. Non si puo’ perdere tempo dietro questo genere di nefandezze. Prendiamo in considerazione di segnalare la cosa alla corte europea. Dentro Ebay si muovono anche persone in ottima fede. Precise, puntuali e più che oneste. Non mandiamo di mezzo anche loro ma facciamo presente la cosa a chi di dovere. Non si scaricano oneri sul compratore che, deve avere tutela massima. Ve lo dico a ragion veduta. La mia salute è addirittura minata. Ma che razza di persone sono? Dobbiamo far girare l’economia. la magagna ha contribuito a crearla Ebay. Se ne prendesse l’onere. Vedete l’articolo dell’unione europea che li cita in merito. Fatemi sapere. A me Paypal ha risposto in maniera negativa. Questi signori che, come dici tu, dovrebbero tutelarti, non hanno neanche risposto alle mie email, ed ho dovuto chiamare. C’è scritto che rispondono entro qualche giorno ma non lo hanno fanno. Se non si provvede a migliorare subito mi adoperero’ in ogni modo possibile. Mi fa schifo. Addirittura leggo di un pacco vuoto..Mi spiace per te Marco. Sono tutti davvero in malafede. Senza alcun scrupolo. Questo è intollerabile.

  30. alessio ha detto:

    Purtroppo ho letto tutto troppo tardi e ho fatto un acquisto al di fuori di eBay ma pagando con pay pal a me non è arrivato nulla il venditore dice di aver spedito ma dopo avergli chiesto piu volte il tracking della spedizione è sparito martedi convertiró la contestazione in reclamo ma oramai penso di non recuperare piu i soldi penso che l unica cosa che si potrebbe fare è una denuncia a paypal anche se non si risolverebbe nulla sarebbe un inizio oppure raccogliere testimonianze e chiamare striscia la notizia che ne dite?

  31. frk ha detto:

    Marco, hai tutta la mia solidarietà! Di seguito mi permetto di linkare due testimonianze utili:
    http://dpdc.it/viewtopic.php?f=25&t=324
    http://dpdc.it/viewtopic.php?f=25&t=573
    Per collaborazioni/sinergie non esitare a contattarmi

  32. nicola ha detto:

    incredibile..casco dalle nuvole..mi hai aperto gli occhi.
    E’ circa un anno che faccio acquisti online con carta Postapay senza mai nessun problema,per fortuna, ma visto i numerosi problemi di clienti Postapay letti sui forum online, ho deciso dieci giorni fà di richiedere via web la carta prepagata di Lottomaticard paypal, specifica con logo Paypal sulla carta,e collegarla ad un conto Paypal sperando di avere più garanzie…sbagliato.
    La cestinerò sicuramente perchè non acquisto mai da Ebay o Kijiji …
    grazie
    nicola

  33. Samuele . ha detto:

    Secondo me, perdi tempo anche ad avvisare “l’associazione AltroConsumo” che a parer mio, in quanto ex cliente abbonato e tantissimi altri hanno subito le loro truffe:
    il mio commento è sam2tko:
    http://www.zring.it/altroconsumo-fate-attenzione.html/comment-page-1

    poi: http://mentifermenti.lacantinadellanonna.net/2008/10/13/attenti-ad-altroconsumo/

    e infine: http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20130604011814AAkeS2f

    Ciao! Sono d’accordo su PayPal. Mi incuriosisce, invece, il sistema Crookout.com da vedere!

  34. Vikram Pergotovic ha detto:

    beh, ma che ti aspettavi, che paypal rifonda ogni truffa di negozi finti avvenuti fuori da ebay ? ebay è loro e possono controllarlo, e fare statistiche su truffe etc.. i milioni di ecommerce esterni che usano paypal per ricevere denaro, come fanno a verificarli ?

  35. Fortunata Cremosa ha detto:

    grave molto grave ,mi dispiace che sia stato truffato ,credo che se pay pal non possa controllare non dovrebbe neanche fare acquistare ,visto che la gente viene truffata ,a questo punto pay pal protegge se stessa.

Leave a Reply